Ristorante Prato Gaio di Giorgio Liberti
Frazione Versa 16, 27047 Montecalvo Versiggia (PV)
(bivio per Volpara)
Telefono: +39.0385.99726
Chiusura: lunedì e martedì
P. IVA: 01524130182

La balera nel 1935 La storia del Prato Gaio: 1890-2016

La storia del Prato Gaio inizia nel 1890, quando in frazione Versa di Montecalvo Versiggia la famiglia Daprati apre un'osteria con campi da bocce. All'inizio del 1900 Maria Daprati sposa Giuseppe Liberti: con loro ha inizio la serie di generazioni che darà continuo ristoro all'Alta Valle Versa. Attorno al 1920 viene inaugurata vicino all'osteria una balera, che renderà la frazione Versa il luogo di divertimento più popolare della vallata. Una maestra del vicino paese di Volpara chiamò la balera Prato Gaio per sottolineare la gioia che qui si respirava.

Nel 1970 viene costruito l'attuale edificio: sotto la guida di Teresita Ester Ghelfi e Vittorio Liberti, il Prato Gaio diventa il luogo sacro della tradizione oltrepadana. Nel 1990 Giorgio Liberti raccoglie il testimone di papà Vittorio e del fratello Mariano e, affiancato in cucina dall'esperienza e dalla sensibilità di Daniela Calvi, continua a rinnovare la lezione di cultura gastronomica e di ospitalità del Prato Gaio.
Gara di bocce negli anni Settanta Mio fratello Mariano davanti all'ingresso della vecchia osteria negli anni Settanta Mamma Ester e papà Vittorio nel bar del Prato Gaio negli anni Settanta Prato Gaio 2013. Foto: gianpaolo finizio - endstart photo